lunedì 24 settembre 2007

Second Life: inquinamento elevato alla seconda?


causa -------------------------------> effetto

VIVERE SU "SECOND LIFE" INQUINA IL MONDO REALE.

"Dietro agli avatar e alle case di pixel si nascondono 4 mila server che macinano elettricità e contribuiscono a distruggere l'ambiente: un abitante del metaverso produce le stesse emissioni di dieci cittadini del Camerun.
Collegarsi all'universo virtuale di Second Life inquina: i 4 mila server che funzionano notte e giorno per tenere in vita il metaverso e i 12 mila 500 computer quotidianamente connessi consumano una quantità di energia non trascurabile. Per ogni avatar che si muove dentro Second Life, insomma, sono necessari in media 4,8 kWh al giorno: dieci volte il consumo medio di un qualunque abitante - reale - del Camerun, la stessa quantità di un cittadino brasiliano. La sproporzione aumenta ancora, se oltre ai bisogni dell'avatar, consideriamo anche quelli del suo reale utilizzatore, perché ovviamente il problema non riguarda solo Second Life, ma coinvolge tutte le attività quotidianamente svolte con un computer che, vista l'onnipresenza del mezzo informatico, ormai richiedono una quantità di energia non indifferente e forse non sostenibile."

In effetti non bastava già l'inquinamento della "prima vita", ci voleva anche la seconda! E pensare che credevo che "il gioco valesse la candela"...volevo costruirmi la mia software house virtuale...e fare un sacco di soldi.
Giuro: non ci vivo più lì!
E fare un server ad energia solare no? oppure un pc a vento? Lavorare da fuori al balcone?

2 commenti:

Anonimo ha detto...

quello che hai riportato avrebbe anche senso, se non fosse per il fatto che Second Life e' una goccia nel mare dei consumi energetici dovuti al nostro uso delle tecnologie.

pensa a quanto sono usati Facebook, MySpace, le reti P2P ... GOOGLE. pensa ai computer dei loro utenti e alle serverfarm necessari a fornire servizi sempre piu' avidi di risorse.

in questo momento pero' e' di moda parlare male (anche eccessivamente e a sproposito) di Second Life, cosi' come qualche mese fa e' stato di moda parlarne bene (eccessivamente e a sproposito).

Anonimo ha detto...

stabbene!!!!!!