domenica 14 ottobre 2007

Quanto inquina un aereo di linea?



Nelle grandi città, ma ormani anche nei piccoli centri, i sindaci sentono sempre più spesso il bisogno di bloccare il traffico, limitare la circolazione delle automobili, sensibilizzare i cittadini verso il problema inquinamento. Questo lo fanno, sì per un problema reale, ma principalmente per uno legato all'ordinamento legislativo. Infatti esiste una legge che impone per le città un tetto massimo di giornate "rosse", ovvero dove il livello di CO2 e polveri sottili supera il limite consentito (stabilito da una commissione di esperti), superato il quale dovrebbero scattare delle soluzioni "drastiche" al problema.

Una stima per difetto paragona l'inquinamento di ogni aereo a quello di 500 auto Euro 0. L'aeroporto di Malpensa, ad esempio, equivale a 300.000 auto al giorno, quello di Linate a 150.000 auto, quello di Capodichino (Napoli) conta 142 movimenti (decolli e atterraggi) al giorno di media giornaliera, equivalente a 71.000 automobili Euro 0 che si aggiungono alle molteplici auto sprezzanti dei blocchi del traffico che, ahimè, circolano nella già martoriata zona.

Fonte: http://wwww.ecplanet.com/

Fonte: http://www.portal.gesac.it/portal/page/portal/internet/inGESAC/AeroportoCifre/DatiScalo

L'effetto riscaldante combinato di CO2, ozono, vapore acqueo e scie di condensa è circa 3 volte più grande di quello della sola CO2 collegata agli elevatissimi consumi di carburante. Per questa «triplicazione», già oggi - precisa il California institute of technology - il trasporto aereo provoca circa il 10% dell'effetto serra mondiale. E l'industria dell'aviazione prevede una triplicazione dei voli da qui al 2050; infatti, ultimamente si vedono in giro i cartelloni che pubblicizzano i voli sempre più low-cost: prezzi stracciati per grandi danni...ovvero come esternalizzazione i costi! Sia in termini di sgravi fiscali agli aereotrasportatori che in termini di impatto ambientale e, quindi dei costi legati alle malattie provocate dall'inquinamento atmosferico.

Costi che nessuno mai calcola. Alcuni ricercatori, però, hanno creato un modello di simulazione (anch'esso in Java...grrr!) che, calcolando preventivamente l'impatto ambientale di un volo, danno una risposta in termini di convenienza ecocompatibile ad un ipotetico viaggio.

Fonte: http://www.climatecare.org/


Technorati Tag: , ,

1 commento:

Francesco ha detto...

Si! Ma quante persone porta un aereo e quante un'auto (su cui spessissimo viaggia una persona)??

Il conto corretto si otterrebbe dividendo l'inquinamento per il numero di persone trasportate e facendo, poi, il confronto.