mercoledì 12 dicembre 2007

Siamo tutti Daniele Luttazzi.

Ecco la battuta satirica che ha causato la sospensione di Decameron, programma che, segnando il tanto atteso ritorno di Daniele Luttazzi in tv, eleggeva definitivamente La7 al disabitato Olimpo delle reti televisive libere.

Ma il bel gioco dura poco e anche a La7 hanno pensato di censurare il comico emiliano. Tirare in ballo questioni di buon gusto quando semplicemente si vuole tarpare la libertà di opinione è veramente di "cattivo gusto".

Il grottesco è stato maestro...la battuta ha colpito in pieno; ha sortito l'effetto voluto e dovuto; è stata estremamente efficace: dovremmo imparare a scandalizzarci di fronte alla guerra, al napalm, ai proiettili al fosforo, alle bombe a grappolo, alla strage di civili piuttosto che di sesso e cacca!

So che La7 fa parte di Telecom Italia Media...so che, dalla nascita, La7 ha lavorato molto e bene per proporsi come rete televisiva "libera"...so che sospendendo Decameron La7 ha gettato alle ortiche anni di duro lavoro..."mi sa che stavolta capisco la relazione".
alexanderthorn

Nessun commento: