domenica 26 giugno 2011

(Ra)ssicurate il SUD!


Io ho un'idea!

E' noto, ormai, che al SUD ed in particolare in Campania, è in atto una vera e propria DISCRIMINAZIONE RAZZIALE messa ad opera dalle compagnie assicurative che offrono polizze per la copertura obbligatoria RCA.

A titolo di esempio, riporto uno schemino trovato in rete:


- un uomo nato nel 1984 presenta un attestato di rischio esente da sinistri (dal 2006 ad oggi), classe di merito Bonus Malus PRIMA. E' proprietario di un'autovettura Ds cc 1.399.

TARIFFA DI RESIDENZA NAPOLI : IMPORTO R.C.A. EURO 2.093,50 ANNUALI
TARIFFA DI RESIDENZA MILANO : IMPORTO R.C.A. EURO 848,50
TARIFFA DI RESIDENZA RAVENNA: IMPORTO R.C.A. EURO 924,50
TARIFFA DI RESIDENZA VERONA : IMPORTO R.C.A. EURO 820,00.

Insomma al SUD gli assicurati pagano fino al 20% in più rispetto a tutti gli altri. A farlo presente è stato il Presidente dell'Antitrust Catricalà in concomitanza con la presentazione della Relazione annuale.

Fatta questa premessa, nasce la facile considerazione che NON tutti i cittadini italiani hanno PARI OPPORTUNITA'!!! Oggi avere un'automobile significa, per molti, lavorare per mantenerla!

Non potendo fare io a meno dell'auto per 1000 motivi e non avendo l'agio economico e l'ardore finanziario per realizzare la mia idea, voglio renderla di pubblico dominio...:

Avviare una nuova compagnia di assicurazioni, chiaramente non legata ai cartelli delle compagnie assicurative ed alle lobbies già esistenti sul territorio nazionale, guidata da una cordata di imprenditori NAPOLETANI e CAMPANI che stia ESCLUSIVAMENTE sul mercato campano e che calcoli la tariffa del premio da versare obbligatoriamente alla residenza, il cui coefficiente risulti quello più basso d'Italia.

A mio avviso questa nuova società avrebbe clienti per il 99% dei cittadini campani - che sono oltre 5 milioni - i quali sarebbero pronti ad assicurare, fatta la dovuta proporzione, almeno 1 milione di automobili, moto e veicoli commerciali.

Che ne pensate?